Le Radici di Rocket Marketing

icona scroll down

2009

Qualcuno ha detto crisi?

Angelo e Ignazio, 24 e 20 anni, sono due impiegati. Non si conoscono: Angelo lavora come perito informatico in una importante multinazionale del territorio barese e con un contratto che la maggior parte della popolazione bramerebbe; Ignazio segue la sua vocazione da programmatore in una piccola azienda locale e le sue competenze garantiscono un futuro piuttosto roseo.

2010

Identica spinta a cambiare strada.

Di giorno, impiegati-modello proattivi e intraprendenti. Di notte, studenti e aspiranti imprenditori del web con il desiderio di raggiungere l’indipendenza lavorativa e finanziaria. Cosa sognano? Diventare i titolari di sé stessi ed eccellere ognuno a modo suo; imparare cosa non fare dagli orrori aziendali ai quali ogni giorno il lavoro gli consente di assistere.

2010

Un (brutto) incontro come tanti.

Angelo e Ignazio si conoscono grazie ad un conoscente in comune per collaborare ad un piccolo progetto, questione di qualche giorno. 

È odio a prima vista. Uno è visionario, l’altro è pragmatico, uno crea dal disordine, l’altro organizza e mette ordine, uno ammira le sfumature, l’altro ricalca i contorni, uno coglie l’essenza delle parole, l’altro il valore dei numeri.

Entrambi sanno quello che vogliono e per entrambi è il momento di emergere.

2011

La prima impressione... può sempre cambiare.

La piccola collaborazione, nelle ore serali fuori dell’orario d’ufficio, dà modo ai due di conoscersi più a fondo e di scoprire che il loro desiderio più profondo è condiviso. Tra una birra e l’altra Angelo e Ignazio si scoprono più simili di quanto siano disposti a credere.

2012

La vita ti dà quello che chiedi.

Un’altra occasione di collaborazione arriva qualche mese più tardi: questa volta il progetto è importante e molto remunerativo. È l’occasione per dimostrare davvero quello di cui sono capaci.

Sempre di sera, sempre più stanchi, ma sempre più sognatori.

2014

Prendere o lasciare? Lasciare per prendere.

La profonda insoddisfazione e l’insofferenza che Angelo prova verso la sua occupazione principale raggiungono il limite massimo: non può sopportare oltre i giochi di potere, le imposizioni dei superiori, il sentimento di pressione che serpeggia negli uffici aziendali. È finita, si volta pagina.

Coelho ha scritto “Quando hai un desiderio, l’universo intero cospira affinché tu possa realizzarlo”.

Nello stesso periodo, le circostanze lavorative spingono anche Ignazio a dimettersi.

Entrambi scelgono di lasciare ciò che è Certo e di avventurarsi nell’incerto.

C’è la visione, ci sono competenze perfettamente complementari; il momento storico è quello giusto per il Web Marketing; ci sono due persone con il fuoco negli occhi.

Manca un’azienda.

2015

Hai voluto il successo? Fallisci.

La rete di conoscenze coltivata fino a quel momento, fa sì che nel 2014 Angelo e Ignazio prendano parte insieme ad un primo progetto di consulenza in Web Marketing. Formalmente, non è la loro azienda, ma presto lo diventerà: gli accordi dicono questo.

C’è tanto lavoro, tanta voglia di fare, e i primi riconoscimenti arrivano dai clienti.

Tuttavia, fare impresa significa altro: avere ottime competenze “tecniche” non fa di te un imprenditore. Un’impresa è fatta di prodotto, mercato, finanze, risorse e persone di cui ti circondi, di controllo e di centinaia di altre variabili. Angelo e Ignazio, in questo momento, gestiscono solo il prodotto, e nel migliore dei casi anche il mercato.

Lo comprendono a seguito del tracollo finanziario dell’azienda, che li investe pesantemente riducendoli sul lastrico.

Senso di impotenza, delusione e rabbia crescono in loro;

Crescono i costi degli investimenti fatti sull’ondata di ottimismo precedente; e in tutto questo, giorno dopo giorno, cresce anche una piccola creatura:

Angelo è diventato padre per la prima volta.

2016

Il magazzino di biscotti.

Soli e di nuovo al punto di partenza, ecco come si sentono Angelo e Ignazio.

Cosa resta? Un cliente soddisfatto che ha scelto di seguirli e un vecchio magazzino di biscotti disponibile.

E tanto è bastato: nel gennaio 2016, in quel vecchio magazzino di biscotti, viene pronunciato per la prima volta il nome Rocket Marketing.